• 42° Incontro Corregionali

    Convegno
  • Soggiorno culturale 2019

    Cerimonia conclusiva soggiorni culturali 2019 Palazzo Montereale Mantica
  • Stage giovani corregionali e Ri-scoprire il Friuli

    Luglio 2019
prev next

Sudafrica - «Se il virus si espande il nostro popolo sarà decimato»

McIntyre: «Qui tanti positivi per AIDS, il Covid-19 farebbe una strage da un giorno all’altro»
Parla Phillip, il presidente dell’E-Segretariato EFASCE di Cape Town, originario di Casarsa: «Fino al 16 aprile tutti a casa, poi si vedrà»


McIntyrePer il Sudafrica abbiamo contattato Phillip McIntyre, presidente dell’E-Segretariato EFASCE di Cape Town, originario di Casarsa.

Com’è la situazione lì da voi? Fino a quando è prevista?

È impossibile prevederlo, sicuramente fino alla mezzanotte di giovedì 16 aprile tutti i sudafricani devono rimanere a casa: in tutto sono 21 giorni. Operatori sanitari nei settori pubblico e privato, personale di emergenza, personale dei servizi di sicurezza tra cui polizia, agenti di traffico, personale medico militare e soldati, nonché altre persone in campo per rispondere alla pandemia. Sono chiusi pure gli addetti alla produzione, distribuzione e fornitura di alimenti e beni di base; servizi bancari essenziali; fornitori di energia elettrica, acqua e servizi di telecomunicazione; servizi di laboratorio e fornitura di servizi medici e di igiene. A nessuno sarà permesso lasciare la propria casa se non in circostanze strettamente controllate come cercare assistenza medica, acquistare cibo, medicine e altre forniture o riscuotere un sussidio sociale. I rifugi temporanei che soddisfano i necessari standard igienici saranno identificati per i senzatetto. Anche i siti vengono identificati per la quarantena e l’autoisolamento per le persone che non possono autoisolarsi a casa. Tutti i negozi e le attività commerciali saranno chiusi ad eccezione di farmacie, laboratori, banche, servizi essenziali di pagamento finanziario, supermercati, distributori di benzina e operatori sanitari.

Chi invece rimarrà aperto?

Le aziende essenziali per la produzione e il trasporto di alimenti, beni di base e forniture mediche. Le aziende che richiedono processi continui come forni e miniere sotterranee, e le imprese che sono in grado di continuare le loro operazioni in remoto. Sarà previsto il proseguimento dei servizi di trasporto essenziali, incluso il trasporto di personale essenziale e pazienti che devono essere gestiti altrove. La Forza di Difesa Nazionale sudafricana sarà schierata per supportare la polizia nell’assicurare che le misure che stiamo annunciando siano implementate.

Come stanno gli ospedali?

Un programma di gestione della salute pubblica aumenterà significativamente lo screening, i test, la ricerca dei contatti e la gestione medica. I team sanitari della comunità si concentreranno sull’ampliamento dello screening e dei test in cui vivono le persone, concentrandosi innanzitutto su aree ad alta densità e ad alto rischio. Per garantire che gli ospedali non vengano sopraffatti, verrà istituito un sistema per la gestione centralizzata dei pazienti per i casi gravi e decentralizzare le cure primarie per i casi lievi.

Anche lì le restrizioni imperversano..

Il Sudafrica ha pubblicato regolamenti che includono una serie di misure rigorose per frenare la diffusione del virus nel paese. I divieti di viaggio, la chiusura delle scuole e la limitazione della vendita di alcolici fanno parte delle nuove norme.

Cosa sapete della situazione italiana?

Seguiamo le notizie quotidiane in Italia su Rai International. Questo ci da una vera, noi speriamo, sintesi della situazione attuale. Sappiamo già che la mortalità è altissima e che purtroppo le morti dal virus sono causate soprattutto dalla mancanza di risorse mediche: troppe persone malate in un momento, più che mancanza di aiuto medico adeguato alla situazione. Questo è quello che abbiamo capito.

Oltre all’emergenza sanitaria, è anche emergenza economica: come sta andando l’economia? Cosa si dice del futuro prossimo?

Se il virus prende piede com’è successo in Cina, Italia, USA, Spagna, Germania ecc, soprattutto perché abbiamo tantissima gente positiva (pre-AIDS), avremo un popolo decimato completamente da un giorno all’altro.


Alberto Francescut
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato